mercoledì 29 febbraio 2012

Da un'idea di Fabrizio Biggio de "I Soliti Idioti"... il video di "Vaginocrazia" tratto dall'album della band pugliese One Way Ticket, "L'Infezione"


ONE WAY TICKET
Presentano
il nuovo videoclip di “Vaginocrazia”
tratto dal secondo album della band (L’infezione)
da un'idea di Fabrizio Biggio de "I Soliti Idioti"

GUARDA QUI IL VIDEO


Il 28 Febbraio 2012 uscirà il nuovo videoclip dei One Way Ticket dal titolo "Vaginocrazia".
E' il primo singolo estratto dal nuovo album "L'Infezione" prodotto dalla Otium Records con il sostegno  di Puglia Sounds.
Il video, realizzato da Simone Antonucci da un'idea di Fabrizio Biggio  de "I Soliti Idioti", vede come protagonisti dei grandi interpreti del piccolo schermo: "Pene & Vagina".
Morris Maremonti (voce dei One Way Ticket)  ha dichiarato : "Non è stato il potere dei soldi a far nascere questa collaborazione ma quello della musica. A volte quest'ultima riesce ad unire sotto un unico tetto persone che lavorano in ambiti artistici non troppo vicini che insieme creano qualcosa di unico come dimostra questo  videoclip".

I personaggi di Pene e Vagina sono di Fabrizio Biggio - 2007 (c).
Si ringrazia MTV per la gentile concessione delle immagini tratte dalle serie animate di Pene e Vagina.
Il Cd "L'Infezione" è promosso con il sostegno di PUGLIA SOUNDS - PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV.

IL DISCO
L’infezione
Etichetta; Otium Records
Distribuzione digitale; Zimbalam


            LEGGI QUI IL COMUNICATO


"QUESTO CD E' PROMOSSO CON IL SOSTEGNO DI PUGLIA SOUNDS - PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV"


Da un'idea di Fabrizio Biggio de "I Soliti Idioti"... il video di "Vaginocrazia" tratto dall'album della band pugliese One Way Ticket, "L'Infezione"


ONE WAY TICKET
Presentano
il nuovo videoclip di “Vaginocrazia”
tratto dal secondo album della band (L’infezione)
da un'idea di Fabrizio Biggio de "I Soliti Idioti"

GUARDA QUI IL VIDEO


Il 28 Febbraio 2012 uscirà il nuovo videoclip dei One Way Ticket dal titolo "Vaginocrazia".
E' il primo singolo estratto dal nuovo album "L'Infezione" prodotto dalla Otium Records con il sostegno  di Puglia Sounds.
Il video, realizzato da Simone Antonucci da un'idea di Fabrizio Biggio  de "I Soliti Idioti", vede come protagonisti dei grandi interpreti del piccolo schermo: "Pene & Vagina".
Morris Maremonti (voce dei One Way Ticket)  ha dichiarato : "Non è stato il potere dei soldi a far nascere questa collaborazione ma quello della musica. A volte quest'ultima riesce ad unire sotto un unico tetto persone che lavorano in ambiti artistici non troppo vicini che insieme creano qualcosa di unico come dimostra questo  videoclip".

I personaggi di Pene e Vagina sono di Fabrizio Biggio - 2007 (c).
Si ringrazia MTV per la gentile concessione delle immagini tratte dalle serie animate di Pene e Vagina.
Il Cd "L'Infezione" è promosso con il sostegno di PUGLIA SOUNDS - PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV.

IL DISCO
L’infezione
Etichetta; Otium Records
Distribuzione digitale; Zimbalam


            LEGGI QUI IL COMUNICATO


"QUESTO CD E' PROMOSSO CON IL SOSTEGNO DI PUGLIA SOUNDS - PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV"


martedì 28 febbraio 2012

Dal 24 marzo disponibile il nuovo album degli Anelli Soli, "Malomodo"



ANELLI SOLI 
“MALOMODO”

Etichetta; Seahorse Recordings
Distribuzione: Audioglobe/Ioda
Data di uscita: 24 marzo
FILE UNDER:  space rock


Malomodo è un disco che ci doveva essere e c'è stato. Malomodo è un disco che non ci doveva essere, ma c'è stato lo stesso. Malomodo non ci doveva essere e infatti non c'è mai stato. Malomodo non è un disco.

BIOGRAFIA ANELLI SOLI
Gennaio 2008: Marco e Luca Anello (due-fratelli-siciliani) si incontrano a Roma e decidono di suonare solo in due. Solo. In Due. Nell'estate dello stesso anno registrano il loro primo demo intitolato "Agrodocet".  La cosa piace. 2008-2010:  Suonano in giro per l'Italia tra concorsi e festival. Vincono MarteLive Sicilia e il premio "Innovazione" al Sotterranea Rock.
2009: Due loro canzoni vengono inserite nelle compilation di Imago Sound e di Sotterranea.
Tra Luglio e Agosto 2010 registrano nuovi pezzi per un nuovo EP uscito il 20-10-2010. Il titolo dell'EP è "Il super-razzo e il cane stanco". In Sicilia aprono i concerti di Pan del Diavolo e Samuel Katarro. Il duo si arricchisce con l'entrata di Antonio Stella, per esigenze artistiche, tecniche e per stima.
A luglio si esibiscono a Lecce sul palco di Italia Wave come vincitori del contest Sonic Bids.
Nell'agosto 2011 incidono "Malomodo" per Seahorse Recordings/Audioglobe, il loro primo disco che uscirà il 24 marzo 2012.                                                                                                                                 
                                                                                                  

giovedì 23 febbraio 2012

I Fraulen Alice presentano il nuovo album “I Love You Lucilia”. Dal 24 marzo.


FRAULEIN ALICE
“I LOVE YOU LUCILIA”

Etichetta; Seahorse Recordings
Distribuzione: Audioglobe/Ioda
Data di uscita: 24 marzo
FILE UNDER:  indie/pop/wave

"I love you Lucilia" segna l'esordio dei Fräulein Alice, nome dalla difficile pronuncia dietro cui si cela un progetto ambizioso, nato a Catania nel 2009. Suscita non poca curiosità il titolo dell'album: chi è dunque Lucilia? La risposta è apparentemente semplice, Lucilia è una donna, ma è al contempo la mosca verde della morte. 
In "I love you Lucilia", i Fräulein Alice giocano con l'ancestrale associazione amore-morte, tendendo un immaginario elastico musicale da un estremo sperimentale, in cui suonano anche i bicchieri e i cartelli stradali, ad un tutt'altro che scontato pezzo blues che è solo un divertissement, perso nella lotta tra le armonie struggenti e testi carichi di sofferenza per amori perduti e relazioni distruttive ed insostenibili.
Nel disco, sotto l'ala esperta di Paolo Messere, i Fräulein Alice fondono le personali esperienze musicali dando vita a dieci tracce cariche di rabbia e autodistruzione. Una barca in un mare in tempesta con al timone il primo singolo, Videodrome Monochrome, pezzo capitano. Capitano di quell'amore che non c'è più.

mercoledì 22 febbraio 2012

14 Luglio: Unica data italiana per i Madness @ La Fiera della Musica


AD AZZANO DECIMO
@
13^ EDIZIONE DI FIERA DELLA MUSICA

IN ITALIA PER UN’UNICA IMPERDIBILE DATA

SABATO 14 LUGLIO
AREA PALAVERDE
AZZANO DECIMO

Un colpo da novanta per la nuova “meraviglia italiana” Fiera della Musica: sul palco gli inventori della ska
Hanno fatto la storia della musica
inglese negli anni Ottanta

Le prevendite sono aperte su TicketOne www.ticketone.it
ingresso Euro 30,00 più 3,00 di prevendita.

Informazioni: 0434.636720

Londinesi, rigorosamente vestiti in bianco e nero, sono gli inventori del genere ska. Versione scanzonata e pop di altri gruppi del genere come Specials e Selecter, hanno sfondato ovunque con classici della musica pop contemporanea come “One Step Beyond”, “Our house”, “Night boat to Cairo”, “It must be love”, “London burning”, “Baggy Trousers” e altri ancora. Dopo scioglimenti e reunion varie la band si ripresenta sui palchi di tutto il mondo, con un tour che toccherà i principali festival europei” con uno spettacolo che chiaramente ripercorre i classici della loro lunga carriera costellata di hit singles.


BREVE BIOGRAFIA
La musica dei Madness è un mix originale e divertente di ska, rock steady, beat, reggae e pop che verrà definito dagli stessi componenti del gruppo “nutty sound” (suono pazzoide).
Il nome Madness è ispirato da una canzone di Prince Buster, re dello ska. Il grande successo arriva con la pubblicazione del primo album, One step beyond (novembre 1979). Il singolo omonimo consegue ottimi riscontri in tutto il mondo e anche in Italia dove viene tradotto come “Un passo avanti”. I Madness, grazie a questo album, sono ormai famosi a livello internazionale: il loro modo di rivisitare la ska, l’esuberanza dei loro concerti, i testi delle canzoni che raccontano con semplice efficacia la vita di tutti i giorni e i problemi dei giovani sono accolti con entusiasmo dal pubblico anche oltreoceano. Le canzoni più conosciute Our house, House of fun e Baggy trousers sono dei piccoli gioielli. Accanto alle canzoni si segnalano per qualità anche i videoclip, divertenti, rumorosi e pieni di inventiva.
I primi anni Ottanta segnano il momento più felice del gruppo: album regolarmente in classifica, tour negli Stati Uniti e in Giappone.
Dopo un periodo di assenza dalle scene, nel 1992, la nuova collezione di hit su tre cd, Divine Madness, raggiunge la vetta della classifica inglese, grazie anche allo strepitoso successo del singolo It must be love. Il gruppo decide, nel frattempo, di regalare ai fan due concerti al parco londinese di Finsbury (8 e 9 agosto). E’ un successo di proporzioni inimmaginabili che induce la band a ripetere periodicamente l’evento, che da allora viene conosciuto con il nomignolo di Madstock (gioco di parole tra Madness e Woodstock).
Nel 1999, torna in studio per la registrazione dell’album Wonderful, con cui la band celebra i vent’anni di carriera.
Nel 2005 è la volta dell’album The dangerman sessions, seguito nel 2009 da The liberty of Norton folgate che riceve ottime recensioni dai media britannici (BBC, Times, Daily Telegrapgh).

Il concerto è inserito nella promozione “Music&Live" realizzata dall'Agenzia TurismoFVG che permette di ricevere il biglietto in omaggio a chi soggiorna in regione (per informazioni www.musicandlive.it o www.turismofvg.it – tel. 800 016044)

Fiera della Musica
La Fiera della Musica è un’importante manifestazione musicale: oggi conosciuta a livello nazionale ed internazionale, è considerata dagli esperti del settore come un grande circuito musicale, che attira l’interesse di persone provenienti da tutta Italia e non solo. Moltissimi sono, infatti, i fans provenienti anche da altri Paesi Europei, che arrivano ad Azzano Decimo per l’originalità ed unicità dei concerti proposti, dimostrando così lo spessore sempre più internazionale che la manifestazione va raggiungendo. Fiera della Musica nasce nel 2000 come un progetto importante, pensato per creare un momento di forte aggregazione in cui la musica sia protagonista indiscussa in tutti i suoi diversi generi. Obiettivo fondamentale: sperimentare e far conoscere i diversi generi musicali, analizzandone le sfaccettature e le contaminazioni artistiche, linguistiche e comunicative e offrendo ad un pubblico numeroso un’avvincente combinazione di concerti, live, concorsi, conferenze, mostre ed eventi. Hanno suonato sul palco di Fiera della Musica: Iggy and the Stooges, Moby, Public Image Ltd, Kaiser Chiefs, White Lies, Jethro Tull, Goran Bregovic, Echo & the Bunnymen, Elisa, Negramaro, Negrita, Subsonica e tanti altri. Uno degli appuntamenti più importanti della manifestazione è certamente il Concorso per Gruppi Emergenti. Questo concorso è diventato di anno in anno sempre più importante e conosciuto tra i giovani musicisti. Ogni edizione aumentano, infatti, le domande per parteciparvi, tanto che alle preselezioni sono presenti annualmente moltissimi gruppi, provenienti da tutta Italia e dall’estero. Al concorso partecipano i 10 gruppi che hanno ottenuto il miglior risultato durante una fase pre-selettiva, i quali si esibiscono, successivamente, davanti ad una giuria composta da 5 esperti del settore, scelti tra musicisti, giornalisti e critici musicali. Il concorso rappresenta pertanto per i giovani artisti un’importante occasione per farsi conoscere e per avviare fondamentali contatti con produttori e case discografiche. Sito internet http://www.fieradellamusica.it

mercoledì 8 febbraio 2012

Il 28 febbraio esce "il futuro che ricordavo", nuovo disco dei Karenina: guarda il video su youtube

KARENINA

presentano
IL FUTURO CHE RICORDAVO

Etichetta; MyPlace Records
Distribuzione; Venus
Data di uscita; martedì 28 febbraio


Guarda il video su You Tube 

“Il futuro che ricordavo” è la dimensione di un tempo che non c'è, di un tempo che non ci sarà, di un tempo che probabilmente non c'è mai stato. È la nascita di ciò che c'era e il riproporsi di ciò che non abbiamo mai né visto né sentito, la palingenesi del passato al servizio di ogni stanza presente e futura, un cortocircuito umanotemporale.

“Il futuro che ricordavo” è il primo disco dei Karenina e il secondo della band che fino a ieri è stata Triste Colore Rosa. Prodotto da Paolo Pischedda (Marta Sui Tubi), è un caleidoscopio di colori indie, pop e rock con forti venature autoriali, un ecosistema fatto di parole, melodie e rumore nel quale è presente, in tre brani, il violoncello di Mattia Boschi  (Marta Sui Tubi). Cercando riferimenti si potrebbero fare i nomi più disparati, dai Sebadoh ai Radiohead passando per i Broken Social Scene, visti però con gli occhi pieni d'amore per la classica, per il classic rock e per Muddy Waters, con un orecchio rivolto anche al rock d'autore italiano e internazionale. Furore e raffinatezza, cinismo e poesia ancora una volta si sposano per questa nuova produzione dell'ensemble lombardo.

INTRO ALLA BAND

I Karenina sono all'esordio, ma in realtà non lo sono: stranezze dovute a un cambiamento di stato, ma non di forma, a una ragione sociale che muta, ma che non altera le componenti fondamentali che danno vita a un progetto in pieno sviluppo da quasi due anni.

Triste Colore Rosa è stata la crisalide dalla quale è nata la farfalla Karenina.

Il processo, veicolato da un cambio di nome e ufficializzato a ottobre del 2011, è dovuto all'arricchirsi della musica del gruppo di sfumature nuove, in parte distanti dall'universo del precedente album “Scomparire in 11 semplici mosse”.

Musica che prenderà forma completa nel disco “Il futuro che ricordavo”, in uscita a inizio 2012, anticipato dal singolo e videoclip “Colore”.

In uscita il 20 febbraio il primo EP dei Niagara!

NIAGARA

Presentano

NIAGARA

EP di esordio

con l'etichetta londinese Monotreme Records

in uscita il 20 febbraio 2012






Il primo segnale discografico di Niagara è un ep di 4 pezzi estratti da un demo autoprodotto che era composto da 11 brani contenenti campionamenti tratti dai dialoghi e dalla colonna sonora del film scritta da Sol Kaplan.

Pretesto concettuale del progetto musicale è stato il film “Niagara”, diretto da Henry Hataway e interpretato da Marilyn Monroe e Joseph Cotten.

Nato al Superbudda Studio nel 2007 a Torino, NIAGARA riunisce le esperienze artistiche di tre cantanti/produttori, Diego Perrone (Caparezza/Medusa), Davide Tomat (N.A.M.B./TOMAT/GEMINI EXCERPT) e Gabriele Ottino (N.A.M.B./MILENA LOVESICK/GEMINI EXCERPT), che dimenticando il loro ruolo di "voci", si sono avvicinati alla composizione musicale abbattendo ruoli e regole compositive per concentrarsi totalmente sulla strutturazione di un impianto sonoro finalizzato a trasmettere sensazioni incomunicabili con le parole.

La continua sperimentazione sonora basata spesso su "session d'improvvisazione" vede i NIAGARA attualmente impegnati nella realizzazione del primo LP in uscita prevista ad ottobre 2012 con Monotreme Records in tutto il mondo.

lunedì 6 febbraio 2012

Appuntamenti del fine settimana allo Studio 2 di Vigonovo

UN NUOVO PUNTO DI RIFERIMENTO PER LA MUSICA
A DUE PASSI DA PADOVA 


STUDIO 2
Vigonovo 
Via del Lavoro 4

ingresso riservato a chi possiede la tessera

Orario di apertura: 
Sabato 8.00-17.00 E 21.30-5.00
Domenica 17.30-3.00

www.studio2club.it 
Infoline: +39 345 8276956

STUDIO 2 ha inaugurato venerdì 3 febbraio la stagione musicale.

Studio di registrazione tecnologico e avanzato di giorno, diventa a tutti gli effetti live club di tendenza munito di cocktail bar, luogo dove si fa musica dal vivo e si ascolta musica proposta durante deejay set.
Studio 2 ambisce ad essere a tutti gli effetti uno spazio urbano versatile per incontrarsi, creare e condividere: se durante il giorno gli artisti potranno registrare e lavorare nella massima tranquillità in uno studio progettato da professionisti del settore, di notte importanti artisti nazionali ed internazionali si daranno il turno per movimentare le serate; a seguire vi saranno dj set elettronici per saltare e ballare fino a notte fonda.
Denominatore comune di tutti coloro che lavorano all'interno dello Studio 2 è la passione per la buona musica e l'obiettivo è proprio quello di scegliere il meglio per chi passi a trovarci.



ECCO IL PROGRAMMA DEL WEEK END DI SABATO 11 E DOMENICA 12:

SABATO 11 FEBBRAIO 
FABIO CINTI (Sunday Music, ITA)
+ SPECIAL GUEST: CARLO CARCANO + MARCO SANTORO

INGRESSO 10€ - ORE 21.30


Fabio Cinti, personaggio eclettico che si dedica alla musica nella sua totalità.
Compositore, musicista, cantautore piuttosto anomalo per genere e storia: inizia nella capitale il suo percorso artistico incontrando le persone che lo aiutano a percorrere la sua strada. Prima Mauro Mazzetti con il quale inizia una collaborazione nella scrittura dei testi, poi Morgan con cui Fabio continua una intensa e laboriosa collaborazione.
Come sempre - e per fortuna - accompagnato sul palco dalla band Le Nuove Logiche composta da: Giovanni Mancini (chitarre elettriche), Paolo Sturniolo (basso elettrico), Gianluca Giannasso (batteria), Alessandro Russo (pianoforte, programmazione e tastiere).

AFTERSHOW CON DJ SET - ENTRATA GRATUITA



DOMENICA 12 FEBBRAIO 
THE CHAP (Lo Recordings, ENG)
http://www.thechap.org/
INGRESSO 5€ - ORE 21.30


I The Chap sono una delle band più amate dell'underground indie rock inglese, pura energia, carburante da palco. Dal vivo sono consiederati una delle live band più incendiarie in circolazione, e i loro dischi dei vademecum del suono punk funk. Durante il 2010 hanno pubblicato 'Well Done Europe' (terzo album dei The Chap) e presentato il disco con un breve tour europeo. A Dicembre è uscito il loro primo Greatest Hits, 'We Are the Best', summa della carriera di questa folle band anglosassone.

OPENING ACT: ALL MY OSPITALIZED CHILDREN'S COVE (ITA)

AFTERSHOW CON DJ SET - ENTRATA GRATUITA

mercoledì 1 febbraio 2012

In uscita il 16 febbraio "Ma-moo tones", nuovo disco di Francesco Piu

Prodotto e messo a fuoco sotto la sapiente direzione artistica di un artista di calibro internazionale come Eric Bibb
A tre anni dal suo esordio discografico e dopo l'osannato disco dal vivo
Finalmente ritorna uno dei più travolgenti "one man band" del momento

FRANCESCO PIU
"Ma-moo Tones"
Groove Company/Venus
Data di uscita; 16 febbraio


GUARDA QUI IL VIDEO DEL MAKING OF DEL DISCO
http://www.youtube.com/watch?v=G50a59PI9kU&feature=youtu.be&noredirect=1


Dopo l'esordio con "Blues Journey" (Groove Company, 2007) ed il sorprendente  "Live at Amigdala Theatre" (Groove Company, 2010), giunge il terzo capitolo discografico per il giovane talento sardo. Questa volta in studio con una notevole collaborazione: la produzione artistica è affidata nientemeno che al bluesman newyorchese Eric Bibb. Negli studi Suonovivo di Bergamo tra il 4 ed il 7 dicembre 2011 il nostro si fa supportare da Davide Speranza (armonica e cori), Pablo Leoni (batteria, percussioni e cori) e dallo stesso Bibb (chitarra baritono in un brano). Alla stesura dei testi ha partecipato il songwriter milanese Daniele Tenca. Ecco quindi 11 brani che scorrono uno sull'altro, col blues che si incontra talvolta col soul, talvolta col reggae e col rock. Il tutto miscelato col feeling che i musicisti hanno sviluppato ormai da tempo sui palchi live di Italia, Francia, Svizzera e Scozia.

Ad aprire le danze è "The end of your spell", un vero e proprio urlo di protesta contro il decadimento politico e di valori del nostro tempo. A seguire, ritmi funky e groove con "Over You" che precede una versione viscerale del traditional "Trouble so Hard". Non mancano comunque le visite in nuovi territori per Francesco, come il reggae-blues di "Hooks in my skin" e la ballad dal sapore moderno "Blind Track", il cui testo è opera di Tenca. Le più tradizionali "Colors" e "Stand-by button" precedono un'incursione nel psichedelic soul di "Overdose of sorrow", interamente scritta da Piu, così come il gospel "Down on my knees" che richiama il second line tipico del New Orleans style. A chiudere un tributo a due eroi dell'artista, con una versione elettrica di "Soul of a man" di Blind Willie Johnson e la hendrixiana "Third stone from the sun", eseguita in solitario da Francesco, che per l'occasione arrangia il brano con una chitarra dei primi del novecento.

LEGGI QUI LA BIOGRAFIA
http://www.francescopiu.com/biografia.php

VUOI SAPERNE DI PIU'
www.francescopiu.com

Esce il 17 febbraio "Le Deserteur", nuovo album dei Grimoon

GRIMOON
Presentano
Le déserteur
Data di uscita; 17 febbraio
Etichetta; Macaco Records
Distribuzione; Audioglobe
 


Ascolta il nuovo disco in streaming
http://soundcloud.com/grimoon


Il nuovo disco dei Grimoon segna un nuovo corso della band in cui la trama si ispessisce! Più rock, più psichedelico, ma anche più dark, con atmosfere noir che si ritrovano nei primi dischi dei Black Heart Procession. E in questo nuovo album, per la prima volta arriva anche una canzone interamente in inglese.

Questo cambiamento è dato dai nuovi ascolti della band, e anche dalla preziosa produzione artistica di Pall Jenkins, cantante dei Black Heart Procession. Durante il loro tour americano a novembre 2010, i Grimoon si sono fermati qualche giorno in più negli States per incidere "Le déserteur" nel SDRl studio di Pall Jenkins a San Diego, California. La collaborazione con i BHP arriva dopo anni di amicizia con la band californiana e dopo il tour fatto assieme a maggio 2010.

Come di consueto i Grimoon cantano principalmente in francese. A scrivere i testi è Solenn, cantante e tastierista della band, nonché regista di tutti i video. Il motivo per cui canta in francese è che Solenn è francese...la scrittura avviene per gusto musicale: se c'è una parola o una frase che le ispira in una lingua, lei scriverà in questa lingua. Solenn ha a disposizione 3 lingue: inglese, francese ed italiano...e sono infatti le tre lingue in cui scrive, anche se predomina sempre la lingua madre.
Le canzoni del nuovo album raccontano storie di pittori illuminati che dipingono loro stessi, di gente che non vuole più vedere la realtà e quindi si fa pitturare gli occhi, di scelte di vita e di gps. Ma soprattutto il disco racconta di guerra. Un aneddoto forse non utile ma comunque significativo: un anno fa Solenn ha avuto una lunga conversazione con sua nonna, che le ha raccontato la sua seconda guerra mondiale nella Normandia dello sbarco. Questo colloquio familiare ha influenzato molto la scrittua, ecco perché nel disco si racconta di un tango di guerra in cui le persone ballano per dimenticare, ma anche dei demoni del passato, delle cose che non si cancelleranno mai e della morte. Infine si parla anche dei disertori in una canzone, in cui i Grimoon propongono di costruire un monumento ai disertori, per ricordare coloro che non hanno voluto fare la guerra.

I Grimoon hanno un forte senso della collaborazione con altri artisti...in questo album appaiono i nomi di Pall Jenkins come produttore artistico, di Scott Mercado dei Manuok alla batteria, di Enrico Gabrielli che come di consueto ha prestato un pò del suo genio musicale ai Grimoon, di Giovanni Ferrario (produttore di due dei dischi precedenti dei Grimoon) per qualche suono geniale di batteria e altro.

Studio 2: da studio di registrazione a live club! ecco la programmazione del mese di febbraio

DA VENERDI' 3 FEBBRAIO
UN NUOVO PUNTO DI RIFERIMENTO PER LA MUSICA
A DUE PASSI DA PADOVA


STUDIO 2
Vigonovo
Via del Lavoro 4
ingresso riservato a chi possiede la tessera

Orario di apertura:
Lunedì-Giovedì 8.00-23.00
Venerdì-Sabato 8.00-17.00 e 21.30-5.00
Domenica 17.30-3.00

www.studio2club.it
Infoline: +39 345 8276956


Si apre venerdì 3 febbraio la stagione musicale dello STUDIO 2.
Studio di registrazione tecnologico e avanzato di giorno, dal 3 febbraio diventa a tutti gli effetti live club di tendenza munito di cocktail bar, luogo dove si fa musica dal vivo e si ascolta musica proposta durante deejay set.

Studio 2 ambisce ad essere a tutti gli effetti uno spazio urbano versatile per incontrarsi, creare e condividere: se durante il giorno gli artisti potranno registrare e lavorare nella massima tranquillità in uno studio progettato da professionisti del settore, di notte importanti artisti nazionali ed internazionali si daranno il turno per movimentare le serate; a seguire vi saranno dj set elettronici per saltare e ballare fino a notte fonda.
Denominatore comune di tutti coloro che lavorano all'interno dello Studio 2 è la passione per la buona musica e l'obiettivo è proprio quello di scegliere il meglio per chi passi a trovarci.

IL PROGRAMMA DEL MESE DI FEBBRAIO:


3 febbraio (inaugurazione) CASA DEL MIRTO ore 21.30 ingresso libero
4 febbraio (inaugurazione) VINTAGE VIOLENCE ore 21.30 ingresso libero
5 febbraio APERITIVO - JAM SESSION with CRANK TRIO + MEGAHERTZ Late Show dalle 17.30 - ingresso libero
11 febbraio FABIO CINTI + CARCANO + MARCO SANTORO ore 21.30 ingresso 10 €
12 febbraio THE CLAP ore 21.30 ingresso 5 €
17 febbraio BASSI MAESTRO (presentazione di "Stanno Tutti Bene") + DJ ZETA ore 21.30 ingresso 10 €
18 febbraio LOMBROSO ore 21.30 ingresso 10 €
19 febbraio APERITIVO - JAM SESSION with RINALDO-DI VINCI-DAVI' TRIO dalle 17.30 - ingresso libero
24 febbraio DAVIDE FERRARIO ore 21.30 ingresso 5 €
25 febbraio MIKE JOYCE (the smiths) ore 21.30 ingresso 10 €

L'EP solista di Gianluca Veronal in streaming su Rolling Stone Magazine!

A pochi mesi dall’uscita del disco di Le Club Noir
Dopo il secondo Ep con gli Andead (gruppo di cui fa parte anche Andrea Rock di Virgin Radio)

Gianluca Veronal

23enne dalla creatività esplosiva

Confeziona un ep in veste solista (La città dei fiammiferi)

Online dal in streaming su www.rollingstonemagazine.it

 
Gianluca è in  tour in giro per l’Italia con una leggenda del punk americano come 
Marky Ramone
che supporta con i compagni della sua band (Andead)
Per tutte le date del tour

Ecco le date
25-01-2012 - Velvet, Rimini 
27-01-2012 - Teatro Caruso, Rovig 
11-02-2012 - Audiodrome Alternative Club, Torino 
18-02-2012 - Pascià, Olbia
 
Dopo aver pubblicato il disco de Le Club Noir (il 16 settembre), e il secondo disco degli Andead (l'8 novembre),

Gianluca Veronal pubblica un Ep solista di quattro brani, La città dei fiammiferi.
 L’ep è ascoltabile in streaming  su www.rollingstonemagazine.it

Gianluca è in tour con Marky Ramone, (www.markyramone.com) mitico batterista dei Ramones.

vedi il video di un live di Andead con Marky Ramone