martedì 30 ottobre 2012

Guarda il video di "Seal", primo singolo del nuovo album dei Niagara

NIAGARA
Presentano il video
“SEAL”

Il primo singolo tratto dal nuovo album (OTTO)
In uscita a gennaio 2013 in Italia e nel resto del mondo

Guarda qui il video:




Niagara sono Davide Tomat e Gabriele Ottino, due cantanti/produttori.

Si ripresentano con un singolo che anticipa l’uscita del nuovo disco, la cui pubblicazione è prevista per gennaio 2013.

Seal saluta con aria di festa l' estate che è appena passata.

Questo video è prodotto dal Superbuddastudio ed è stato diretto dallo stesso Ottino con l’aiuto di Paolo Bertino alla direzione della fotografia.



INTRO A NIAGARA

Nato al Superbudda Studio nel 2007 a Torino, NIAGARA riuniva fino al 2011 le esperienze artistiche di tre cantanti/produttori, Davide Tomat (N.A.M.B./TOMAT/GEMINI EXCERPT) e Gabriele Ottino(N.A.M.B./MILENA LOVESICK/GEMINI EXCERPT) Diego Perrone (MEDUSA/CAPAREZZA).

Attualmente Niagara sono solo piu Davide Tomat e Gabriele Ottino.

La continua sperimentazione sonora basata spesso su "session d'improvvisazione" ha portato i NIAGARA a produrre nel 2012 il loro nuovo (primo) LP "OTTO". Uscita prevista per gennaio 2013 con Monotreme Records in tutto il mondo.

I Niagara presentano il video di "Seal", primo singolo dell'album in uscita a gennaio 2013

NIAGARA
Presentano il video
SEAL”
Il primo singolo tratto dal nuovo album (OTTO)
In uscita a gennaio 2013 in Italia e nel resto del mondo

Guarda qui il video:
Niagara sono Davide Tomat e Gabriele Ottino, due cantanti/produttori.
Si ripresentano con un singolo che anticipa l’uscita del nuovo disco, la cui pubblicazione è prevista per gennaio 2013.
Seal saluta con aria di festa l' estate che è appena passata.
Questo video è prodotto dal Superbuddastudio ed è stato diretto dallo stesso Ottino con l’aiuto di Paolo Bertino alla direzione della fotografia.

INTRO A NIAGARA
Nato al Superbudda Studio nel 2007 a Torino, NIAGARA riuniva fino al 2011 le esperienze artistiche di tre cantanti/produttori, Davide Tomat (N.A.M.B./TOMAT/GEMINI EXCERPT) e Gabriele Ottino(N.A.M.B./MILENA LOVESICK/GEMINI EXCERPT) Diego Perrone (MEDUSA/CAPAREZZA).
Attualmente Niagara sono solo piu Davide Tomat e Gabriele Ottino. 
La continua sperimentazione sonora basata spesso su "session d'improvvisazione" ha portato i NIAGARA a produrre nel 2012 il loro nuovo (primo) LP "OTTO". Uscita prevista per gennaio 2013 con Monotreme Records in tutto il mondo.

Da domani in free download "Non pratico vandalismo", il nuovo disco de Il Carico dei Suoni Sospesi

IL CARICO DEI SUONI SOSPESI
presenta NON PRATICO VANDALISMO

dal 31 ottobre
Scaricabile gratuitamente in mp3 digitale da  www.ilcaricodeisuonisospesi.it
in vendita a tutti i concerti e nei negozi segnalati sul sito ufficiale www.ilcaricodesuonisospesi.it



Il Carico dei Suoni Sospesi crea un genere a parte, muovendosi tra diversi generi.
Rock, funk ed elettronica creano ne Il Carico un unico linguaggio:il proprio,pieno di influenze e commistioni da differenti provenienze.
L’identità,seppur variegata,è forte e ben identificabile.
Il Carico dei Suoni Sospesi è vario e provocatorio nel suo sound e nei suoi contenuti,è italiano seppur ispirandosi a realtà forse tipicamente straniere,è ironico e cinico a tratti ,ma è anche ben determinato a portare messaggi specifici al pubblico.
L’obbiettivo è far osservare la realtà secondo prospettive differenti: realistiche ma decisamente inaspettate,specie per un pubblico italiano.

Nel primo disco era già tutto molto evidente:la commistione dei generi e l’impatto forte dei pezzi; in NON PRATICO VANDALISMO il Carico, rimasto in 4 componenti, diventa una macchina rock con derive funk e metal a tutti gli effetti.

Una macchina dove l’aspetto elettronico diventa più mirato e contestualizzato.
Una macchina rodatissima, dopo molti concerti in giro per la penisola, fortemente coesa nella line up.
Il risultato è NON PRATICO VANDALISMO.


LEGGI QUI UNA INTRO AL DISCO

BIOGRAFIA
Il Carico dei Suoni Sospesi è una formazione nata a Firenze nel 2008.
Nel 2011 pubblicano il loro primo disco: ”Condizione Alienata”, completamente autoprodotto ed indipendente, con licenza Creative Commons.
L’album viene accolto con entusiasmo da critica e pubblico e viene presentato in numerosi concerti in tutta la penisola.
Lo stile irriverente, energico, ironico e di forte impatto live che caratterizza la band diventa un marchio di fabbrica.
Oggi arrivano alla realizzazione del secondo disco in studio: "Non Pratico Vandalismo".


Gli inglesi Hot Head Show tornano in Italia... ecco le date!

In concomitanza con le nuove date del tour italiano
E in attesa dell’imminente pubblicazione del secondo album
HOT HEAD SHOW
La band inglese di Jordan Copeland & C.
Rimette le mani su
un classico del primo album (Lemon LP)
già presentato in Italia ed Europa
con due tour, uno dei quali come supporter ufficiale dei mitici Primus

HOT HEAD SHOW
Presentano
Chopstickabean

Ascolta qui il brano



L’anno scorso hanno esordito con un album (The Lemon LP) di cui Les Claypool si è subito innamorato.
Tanto da decidere di sceglierli come support band per tutto il tour europeo dei Primus, la sua storica band.
Quest’anno sono ritornati in scena.
Qualche mese fa, in attesa del nuovo album (Perfect, uscita prevista per inizio 2013) hanno pubblicano un EP registrato a Roma.
A metà maggio hanno suonato in tour in anteprima alcuni brani del nuovo disco.
Ora ritornano con un nuovo tour e un nuovo video, in cui ripropongono uno dei classici del primo album; “Chopstickabean”.

Ecco le date
31 Ott - ROVIGO @ Evita
1 Nov  - BELLUNO @ Shadows Music Hall
2 Nov  - MILANO @ Arci Biko
3 Nov  - ROMA @ Locanda Atlantide
4 Nov  - TERNI @ Tabard Inn

Hanno detto di loro
"Now, a band with a different flavour, a mental sort of jazzy punk funk - they're called Hot Head Show and I absolutely love it."   - Lauren Laverne, BBC 6Music
"Nimble, racing music with moments of Nick Cave passion and Beefheart blues contortion - they offer the complex pleasure of shaking your head in three directions at once."      - Clive Bell, The Wire
"Maddeningly engaging ... Hot Head Show are perfect for anyone who likes their band weird and wild." Kerrang

LEGGI IL COMUNICATO IN INGLESE
 
The Best Video:  http://vimeo.com/18244569

mercoledì 24 ottobre 2012

Hot Head Show presentano Chopstickabean


In concomitanza con le nuove date del tour italiano
E in attesa dell’imminente pubblicazione del secondo album
HOT HEAD SHOW
La band inglese di Jordan Copeland & C.
Rimette le mani su
un classico del primo album (Lemon LP)
già presentato in Italia ed Europa
con due tour, uno dei quali come supporter ufficiale dei mitici Primus
                                                                                                  
HOT HEAD SHOW
Presentano
Chopstickabean

Ascolta qui il brano

L’anno scorso hanno esordito con un album (The Lemon LP) di cui Les Claypool si è subito innamorato.
Tanto da decidere di sceglierli come support band per tutto il tour europeo dei Primus, la sua storica band.
Quest’anno sono ritornati in scena.
Qualche mese fa, on attesa del nuovo album (Double Happiness, uscita prevista per inizio 2013) hanno pubblicano un EP registrato a Roma.
A metà maggio hanno suonato in tour in anteprima alcuni brani del nuovo disco.
Ora ritornano con un nuovo tour e un nuovo video, in cui ripropongono uno dei classici del primo album; “Chopstickabean”.

Ecco le date
31 Ott - ROVIGO @ Evita
1 Nov  - BELLUNO @ Shadows Music Hall
2 Nov  - MILANO @ Arci Biko
3 Nov  - ROMA @ Locanda Atlantide
4 Nov  - TERNI @ Tabard Inn

Hanno detto di loro
"Now, a band with a different flavour, a mental sort of jazzy punk funk - they're called Hot Head Show and I absolutely love it."   - Lauren Laverne, BBC 6Music
"Nimble, racing music with moments of Nick Cave passion and Beefheart blues contortion - they offer the complex pleasure of shaking your head in three directions at once."      - Clive Bell, The Wire
"Maddeningly engaging ... Hot Head Show are perfect for anyone who likes their band weird and wild." Kerrang

LEGGI IL COMUNICATO IN INGLESE


The Best Video:  http://vimeo.com/18244569

venerdì 19 ottobre 2012

Euphorica presentano il nuovo video



Euphorica
Presentano
L’Ultima Danza
Il nuovo video del brano tratto dall’album in uscita nel 2013

Guarda qui il video

Il singolo “L’ultima danza” anticipa il nuovo album previsto per il 2013.
Musica e testi sono di Euphorica (con la partecipazione di Guglielmo Scarsi alle tastiere)
Video è stato prodotto da Ritmi Globali Europei di Treviso e realizzato da Gerardity e Davide Zanni Productions. Regia di Alessandro Grespan

Intro alla band
Euphorica nasce nel 2009 e nel 2011 pubblica il primo lavoro in studio autoprodotto: “In Viaggio”, un lavoro composto da brani originali in italiano che riscuote interesse e recensioni positive (di cui riportiamo alcuni estratti di seguito) sulle principali testate musicali. Alla pubblicazione dell’album seguono un’intensa attività live in festival e club, la partecipazione a trasmissioni radiofoniche e passaggi in rotazione dei brani su diverse radio nazionali.

Ascolta i brani del primo disco qui
www.euphorica.it  (sito ufficiale)

leggi qui le recensioni del disco IN VIAGGIO
  

giovedì 18 ottobre 2012

Max Petrolio presenta "Humor pomata"

MAX PETROLIO presenta HUMOR POMATA
Etichetta; Seahorse Recordings
Distribuzione; Audioglobe
Data di uscita; 6 novembre


Un disco colmo di suoni. Chitarre, basso, batteria, la voce pungente di Max Petrolio ma anche arrangiamenti elettronici, piano, violoncelli, contrabbasso, derive rumorose che sanno di jazz, che sanno di urla alla Munch. Guardando la grafica di “Humor Pomata” non possiamo che sorridere e renderci conto che l’ultimo album del cantautore Max Petrolio è uno stimolo umorista. Un layout che ricorda un tubetto di pomata e che custodisce un disco poetico e malinconico, altruista e seducente. Un lavoro che esige di essere capito ed osservato nelle sue molteplici chiavi di lettura.

Chi conosce già i precedenti album di Max Petrolio sa quanto questo artista sia un trasformista che usa le parole come macchie di colore. I suoi racconti traslati e acuminati di matrice nichilista tendono a insidiare lo spirito dell’ascoltatore, il quale senza una direzione è messo in condizione di tralasciare i primi strati di chiarezza e di abbandonarsi in maniera soggettiva alle diverse sfumature di parole. Dopo un reiterato ascolto ecco che le espressioni figurate trasmutano in oggettivazioni significanti e si vanno a collocare nella mente come enormi chiese metropolitane.

Oggi siamo al cospetto di un disco più maturo, che non ha perso la sua espressione astratta, il suo colore, la sua peculiare collocazione stilistica, ma anzi, guadagna valore attraverso arrangiamenti più armonici e rivela nei brani una natura più chiara e diretta. Dopo la Humor Pomata il rossore va dottamente ritraendosi, lasciando vedere la pelle nella sua vera veste.


mercoledì 17 ottobre 2012

Naked Truth presenta "Ouroboros"


NAKED TRUTH presenta OUROBOROS
Etichetta; Rare Noise Records, Distribuzione; Good Fellas
Data di uscita: 2 novembre


Link per ascolto tracce
dove acquistare on line
Distribuzione digitale su tutti i canali digitali abituali via IODA (www.iodalliance.com)
Disponibile in vendita diretta (spedizioni da UK verso tutto il mondo) su www.rarenoisestore.com


A più di un anno dall'uscita del primo lavoro, Shizaru, sempre su RareNoiseRecords, I Naked Truth si ripresentano al pubblico con la loro seconda opera, OUROBOROS.
La formazione rinnovata vede Graham Haynes (figlio di Roy Haynes) al corno ed alla tromba, Pat Mastelotto (dei King Crimson e degli Stickmen) alla batteria e percussioni, Roy Powell (di Interstatic) all'organo Hammond, Fender Rhodes e pianoforte preparato ed infine l'originatore del gruppo, Lorenzo Feliciati, al basso elettrico.
Fedeli al titolo di questa seconda opera (Ouroboros, rappresentato dal serpente che si mangia la coda, rappresenta "l'uno e il tutto", ma anche l'eterno ritorno e pure la nozione di infinito) e coerenti con l'estetica "omni-genere" della RareNoiseRecords, i Naked Truth si avventurano su un territorio fatto di stratificazione sonora, di compenetrazione di tradizioni musicali che vanno dal jazz post-Miles Davis al rock progressivo strumentale di stampo R.I.O e cosmico ad atmosfere di stampo Ambient, uno spazio nel quale le voci degli individui si fondono in un magma ribollente di idee e sensazioni stravolgenti per intensità  ed acumen musicale - una musica tesa fra la tradizione ed un futuro che loro hanno avuto il coraggio di immaginare.

Le pistole alla tempia presentano "la guerra degli elefanti"


LE PISTOLE ALLA TEMPIA
Presentano
LA GUERRA DEGLI ELEFANTI
Etichetta; Lactobacillus records/Infecta suoni & affini
Data di uscita; 30 novembre

guarda qui il teaser

Quando gli elefanti combattono è sempre l'erba a rimanere schiacciata" (proverbio africano). LA GUERRA DEGLI ELEFANTI è un disco contro le guerre e contro i potenti che calpestano ogni giorno la dignità dei più deboli. Un album che alterna hard-rock pesante, ballate acustiche e world music con influenze reggae, grazie a collaborazioni con artisti delle varie scene.
Prodotto artisticamente da Max Carinelli (I Cosi, Pan del Diavolo, Ettore Giuradei) e mixato e masterizzato da Manuele "Max Stirner" Fusaroli (Zen Circus, Tre allegri ragazzi morti, Le luci della centrale elettrica ecc…) per Lactobacillus records/Infecta suoni & affini, uscirà il 30 novembre 2012.

martedì 16 ottobre 2012

PIVI: il premio italiano del videoclip più importante

PIVI: UNO STRAORDINARIO SUCCESSO CON OLTRE 700 PARTECIPANTI PER IL PREMIO ITALIANO DEL VIDEOCLIP PIU’ IMPORTANTE DEL PAESE

PIVI 2012 : CS VideoClip: Oltre 700 i clip partecipanti al PIVI 2012 del Mei: la giuria al lavoro, tanti partner, tanti premi speciali, le premiazioni il 1° dicembre a Bari. La giuria al lavoro per selezionare i Top 100


Il PIVI - Premio Italiano per il miglior Videoclip Indipendente - il più importante riconoscimento per il videoclip musicale in Italia, promosso dal MEI - Meeting delle Etichette Indipendenti, si svolgerà nell'ambito del MEDIMEX, la Fiera delle Musiche del Mediterraneo, organizzata da Puglia Sounds, che si terrà a Bari dal 29 novembre al 2 dicembre 2012.

Nell'edizione 2011 (qui i vincitori: http://www.meiweb.it/news/?id_news=835 ) sono arrivati oltre 450 clip e sono stati premiati tantissimi clip, alla presenza di grandi personalità, tra i quali l'anno scorso si segnalano i 99 Posse e I Soliti Idioti. La giuria si e' insediata dal 21 giugno, coordinata da Giordano Sangiorgi, patron del Mei, presieduta dal produttore video-televisivo Roberto Pompili e con il giornalista Fabrizio Galassi come coordinatore artistico. L'anno scorso tra gli ospiti ci furono i 99 Posse, I Soliti Idioti e tanti altri nomi della scena indie italiana
Arrivano ad oltre 700 i videoclip partecipanti al PIVI 2012: un vero e proprio boom quest`anno grazie ai tanti videoclip partecipanti e alle tante importanti partnership attivate. Un risultato mai raggiunto che conferma il PIVI come il più autorevole premio del settore del videoclip indipendente.
La cerimonia di premiazione del Pivi è fissata dal Mei al Medimex di Bari con moltissime novità, ospiti, proiezioni e premi nella giornata di sabato 1° dicembre al pomeriggio.
Anche quest'anno numerosi partner aiuteranno ad incrementare la visibilità dei partecipanti al PIVI e conferiranno numerosi premi speciali. Ecco i partner:
DailyMotion, Tiscali, MTV New Generation, RadiostarTV, Flop Tv, Bitebay.com, Controcorrente TV, Lepida TV, Uno TV, Tafter, Tutto Digitale, What's up, All Info, The Ship Magazine, Plindo, Collecchio Video Film Festival e Cineclub Canudo, e tanti altri che si stanno aggiungendo ...

Tra i premi speciali del PIVI da segnalare quello che riceveranno gli Avvolte e il regista Marco Danieli per il videoclip "Nessuna rete", distribuito insieme a XL di Repubblica. Il Premio sarà assegnato durante la cerimonia di premiazione del Premio Italiano Videoclip Indipendente che si svolgerà nel corso della seconda edizione del Medimex. Il testo e le immagini raccontano il rischio che si corre quotidianamente nei luoghi di lavoro. "Nessuna rete" sintetizza lo scorrere della vita di un lavoratore qualsiasi, il suo misurarsi con una realtà scomoda e opprimente, quella di una vita fatta di fatica e sacrificio. Il protagonista del video "è solo un uomo che muore sul campo, nutre suo figlio e soccombe alle spese, solo comparsa di questo teatro, dissanguato alla fine del mese", spiega la band.

Un Premio Speciale alla Carriera quest'anno sarà assegnato all'autore televisivo Michele Bovi. Autore di numerosi format televisivi di successo: da Eventi Pop a DaDaDa, da I '60 a Colori a TecheTecheTè, in palinsesto ora su Rai Uno. Tali format hanno in comune alcune peculiarità: il basso costo per il ricorso ai materiali di repertorio rivitalizzandoli e facendoli ritornare a nuova vita televisiva e la costante presenza di proposte musicali non convenzionali con la continua ricerca di argomenti e l'impiego di artisti fuori dagli schemi commerciali e con abbondante utilizzo della musica indipendente, sia sotto il profilo storico che quello dell'attualità. Insomma, l'unico grande autore televisivo che nell'arco di più anni abbia avuto la costanza di valorizzare il videoclip indipendente sui grandi canali televisivi e con ritorni di pubblico di grande successo.

Verrà consegnato inoltre un Premio Speciale per i 5 anni a Uno Tv per avere valorizzato i videoclip della musica indipendente ed emergente italiana costruendo un importante canale di distribuzione e diffusione dell'arte del videoclip made in Italy, che trova sempre meno sbocchi pur essendo ad altissimo tasso creativo e pur contando su una schiera di video maker italiani di grande talento.

Ecco gli altri premi speciali di questa edizione 2012:
Il Premio speciale PIVI - MTV New Generation (con la giuria che scegliera' il migliore videoclip tra i 5 selezionati da Mtv New Generation), Il "Premio Speciale Avvistamenti" che verrà consegnato dal Cineclub Canudo, il "Premio Speciale per la Tecnica" consegnato dalla rivista Tutto Digitale, "Territori in Musica" consegnato da Tafter, il "Premio Speciale RadiostarTV" consegnato da RadiostarTV, la quale realizzerà un web show per il vincitore, il premio "Miglior Clip Umoristico" dato da FlopTV, il Premio del Pubblico,assegnato grazie a DailyMotion e, infine, il Premio Speciale PIVI - UnoTV, che verrà consegnato ad uno dei videoclip caricati sulla piattaforma.

Al Medimex la cerimonia di consegna PIMI 2012

Medimex, Mediterranean Music Exposeconda edizione Bari 29 novembre/2 dicembre 2012
Al Medimex la cerimonia di consegna
PIMI 2012
a cura del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti
TARGHE MEI DELLA MUSICA INDIPENDENTE:
GLI AFTERHOURS VINCONO IL PIMI COME MIGLIOR GRUPPO DELL’ANNO, LUCA SAPIO PER IL MIGLIOR ALBUM  E  IL TEATRO DEGLI ORRORI PER IL TOUR DELL’ANNO
E inoltre il Miglior Solista è Edda, la Miglior Autoproduzione e’ dei Diaframma, il miglio album d’esordio e’ di Colapesce, indie dell’anno è Martelabel e miglior produttore Tommaso Colliva.
Premio Speciale agli Area e alla Minus Habens
Per il secondo anno consecutivo la cerimonia di consegna del PIMI – Premio Italiano Musica Indipendente a cura del Mei, si svolgerà nel corso del Medimex, Fiera delle Musiche del Mediterraneo promossa da Puglia Sounds che si svolgerà a Bari dal 29 novembre al 2 dicembre 2012. La cerimonia di consegna delle targhe PIMI, la cui giuria è presieduta da Federico Guglielmi (Il Mucchio, Radio Uno Rai) e coordinata da Giordano Sangiorgi (organizzatore del Mei – Meeting degli Indipendenti), è prevista per domenica 2 dicembre nello spazio espositivo del Medimex presso la Fiera del Levante di Bari. Di seguito i vincitori delle targhe PIMI 2012:
Miglior Gruppo: Afterhours
Per la qualità artistica e il coraggio dell'album "Padania", realizzato in regime di totale autoproduzione, e del relativo tour.

Miglior Solista: Edda
Il secondo album a suo nome, "Odio i vivi" (Niegazowana), ha confermato l'originalità e la forza espressiva della canzone d'autore dell'ex cantante dei Ritmo Tribale.

Miglior Tour: Teatro degli Orrori
Il terzo album "Il mondo nuovo" (La Tempesta) è stato la base di una serie di concerti intensi, catartici e culturalmente impegnati, che hanno ribadito il magnetismo sul palco di Pierpaolo Capovilla e compagni.

Miglior Album: "Who Knows" di Luca Sapio, con Capiozzo & Mecco (Ali Buma Ye!).
Già con Accelerators, Black Friday e Quintorigo, il cantante/songwriter ha stupito con un formidabile disco soul/R&B prodotto a New York dal "guru" della black music Thomas Brenneck.

Miglior Autoproduzione: Diaframma, "Niente di serio"
Fra i veterani del rock nazionale, e ancora una volta fieramente autogestito, Federico Fiumani ha realizzato uno dei suoi album più convincenti.

Miglior Etichetta: MarteLabel
In una manciata di mesi, tre apprezzatissimi album come "Colonna sonora originale" di Dellera, "Auff!" del Management del Dolore Post-Operatorio e "Disco d'oro" dei Nobraino.

Miglior Produttore: Tommaso Colliva
Il "teorico" dei Calibro 35 è ormai da tempo un regista di suoni di fama internazionale, come prova la collaborazione con i Muse. Fra i suoi lavori del 2012: Afterhours, Calibro 35, Foxhound, Craxi, Ronin, Honeybird & The Birdies.

Premio "Fuori dal Mucchio" per il Miglior Esordio, assegnato dal mensile "Il Mucchio Selvaggio": Colapesce, "Un meraviglioso declino" (42 Records).
Nato come appendice estemporanea degli Albanopower, il progetto solistico di Lorenzo Urciullo si è prepotentemente imposto come una delle più brillanti, ispirate novità della canzone d'autore italiana.

Premio Speciale Pimi 2012: assegnato agli Area, come gruppo indipendente più rappresentativo di tutti i tempi secondo il grande referendum indetto dal Mei tra 50 giornalisti italiani del settore musicale e alla Minus Habens per i suoi 25 anni di attivita’ di Ivan Iusco, nata, cresciuta e sviluppatasi a Bari dal 1987, che celebra il suo importante compleanno con l’uscita di una pubblicazione legata alla sua storia discografica .

PIMI – Premio Italiano Musica Indipendente a cura del Mei Coordinato da Federico Guglielmi e Giordano Sangiorgi con la collaborazione di Aurelio Pasini, John Vignola, Daniel Marcoccia, Enrico Deregibus, Fabrizio Galassi, Luca Valtorta, Claudio Agostoni, Valerio Corzani, Silvia Boschero, Alessandro De Gerardis, Barbara Tomasino, Maria Cristina Zoppa e Elena Raugei .

lunedì 15 ottobre 2012

Johnny Freak presenta il video di "Regina"

JOHNNY FREAK
Presenta il video di “Regina”

singolo tratto dall’ultimo album Tra il silenzio e il sole
Etichetta: Antstreet Records
Distribuzione:  Audioglobe/The Orchard/New Music
Management/Promozione: Red Cat Promotion

GUARDA QUI IL VIDEO


L’album
“Tra il silenzio e il sole” riesce ad essere graffiante, disperato, commovente e duro rispecchiando i vari lati della personalità umana.
Parla di amore, e come non potrebbe, di emarginazione, di rimpianti e di addii a persone care.
Ascoltato attentamente ha testi che parlano al cuore di ogni persona supportati da una musica che ne evidenzia gli stati d’animo nella maniera più appropriata.
L’obbiettivo del disco è quello di portare all’attenzione degli addetti ai lavori una band dalle grandi potenzialità compositive e capace di coniugare la tradizione rock italiana degli ultimi 15 anni con il suono più autentico del grande rock internazionale.

Biografia:
I Johnny Freak nascono nel Novembre del 2005 dall’unione di diversi musicisti della provincia di Frosinone, i quali, dopo diverse esperienze artistiche e live nei migliori locali italiani, trovano la giusta alchimia e dimensione nell’unire il feeling del grunge dei primi anni novanta al rock made in Italy degli ultimi tempi, traendo il loro nome dal più famoso e, al momento secondo gli appassionati, migliore albo di Dylan Dog mai pubblicato: “Johnny Freak”.
Nell’Agosto de 2007 i Johnny Freak autoproducono il loro primo lavoro dal suggestivo titolo  Sognigrafie”, dal quale è stato tratto anche un videoclip del singolo “Martin” avvalendosi della collaborazione con i ragazzi della YOU.DE.ZA Filmmaker.
Il successo di “Sognigrafie” viene sancito, oltre che dalle critiche positive, anche dalla ristampa quasi immediata dell’album, vendendo in poco tempo oltre mille copie.
Nei loro concerti i Johnny Freak narrano di disincanto, di sogni trasfigurati dalla realtà e di intima fragilità, ricercando la giusta fisicità del suono: il tutto  è sorretto da un tappeto sonoro che si fa diluito e compatto a un tempo, non evitando chitarre abrasive e tensioni elettriche anche nelle ballad.
Ciò ha consentito ai Johnny Freak di conquistare una posizione di tutto rispetto: numerose sono le esibizioni in alcuni dei migliori locali, radio e festival italiani.
Nel contempo entrano in contatto con Mauro Marcheselli, caporedattore di Dylan Dog, che manifesta un apprezzamento tale a “Sognigrafie” da dedicare alla band la rubrica Horror Club all’interno dell’albo n° 256 “Il Feroce Takurr”.
Nel Natale 2008 l’ Elevator Records pubblica i singoli  “Martin” e “Ansia&Caffè” sui cataloghi digitali di Mondadori, TV Sorrisi & Canzoni, I-Tunes, Messaggerie Musicali.
Nell’Estate del 2011 parte un mini tour di venti date nel quale girano il territorio nazionale, provando e testando nuovi brani. Si ricorda l’esibizione al “Lazio Wave”, festival rock di notevole rilevanza (De Gregori, Verdena), esibendosi come opening act di Morgan, e quella agli “Archi Village”, dove sono la support band di Raf, riuscendo così a suonare davanti a 24.000 persone.
Tra il Settembre e il Dicembre del 2011 i Johnny Freak per il loro secondo album entrano nello storico studio di registrazione del RED HOUSE RECORDINGS di Senigallia (AN), dove si avvalgono della collaborazione artistica di David Lenci e Andreas Venetis (Charlotte Hatherley, Linea77, Uzeda, One Dimensional Man ecc.), registrando un disco contenente undici tracce di rock emozionale e di forte impatto sonoro.
Nel Gennaio del 2012 il nuovo disco viene masterizzato da Giovanni Versari a La Maestà studio” di Tredozio (FC).

Nello stesso anno è quasi immediato l’interesse dell’etichetta tedesca Antstreet Records, che nota la band e non tarda a metterla sotto contratto.  Ad Ottobre/Novembre esce finalmente, dopo cinque anni di attesa, il nuovo album dal titolo “Tra il Silenzio e il Sole”, dove vengono a galla le grandi potenzialità compositive della band, capace di coniugare la tradizione rock italiana degli ultimi 15 anni con il suono più autentico del grande rock internazionale.

Discografia:
“Sognigrafie”, 2007 Autoprodotto
“Martin” e “Ansia&caffè” (singles), 2008 Elevator Records
“Tra il silenzio e il sole”, 2012 Antstreet Records

mercoledì 10 ottobre 2012

Borderline Symphony presenta "Ragazze con pistole"



Borderline Symphony
Presenta
"Ragazze con pistole"
Autoproduzione
Distribuzione; Resisto
Data di uscita; 30 ottobre

ASCOLTA QUI ALCUNI BRANI DI BORDERLINE SYMPHONY


Il primo album di Borderline Symphony si chiama "Ragazze con pistole" ed è una produzione "lofi", registrata su un "recorder 24 tracks" usando pochi effetti e quasi nessun compressore. Gli undici brani sono stati composti e registrati nella loro sala di prove negli ultimi cinque anni a Zurigo. Il duo in questo periodo era affascinato dai sound "vintage" non solo delle chitarre ma anche delle tastiere come synthesizer, mellotron, woodwind, oltre che cori e flauti che erano usati negli anni sessanta e settanta. La melodia della voce resta però sempre la cosa più importante riguardo alle composizioni. I testi parlano da soli.


Biografia:
Borderline Symphony è un duo composto da Luca Pollioni (voci, chitarre, tastiere) e Filippo Argento (basso, tastiere) fondato nel 2006 a Zurigo. I due (un italo-svizzero e uno svizzero) si sono incontrati a diversi concerti e un giorno hanno deciso di suonare insieme. Sono tutti due (un po' in segreto) amanti di melodie emozionanti e adorano i gruppi che hanno già ascoltato i loro genitori (quando erano piccoli, a casa di tutti e due si sentivano spesso i Rolling Stones e i Jethro Tull). Tuttavia, adesso cercano di fare musica pop - anche per quelli che non amano la musica pop. Le loro influenze musicali sono varie e vengono dai generi: Shoegaze, Psychedelic Rock, Wave, Independent (come l’ Indie degli anni ottanta), Rock 'n' Roll, Progressive Rock, Industrial, Sixties e Seventies (incluso artisti italiani) e anche dalle colonne sonore di film o dalla musica classica. Dal gennaio 2012 si chiamano Bordeline Symphony: Borderline - ironico perché è un progetto tra l'Italia e la Svizzera, e Symphony - ambivalente perché la musica è un po' "garage" e, nonostante ciò, il risultato ha delle affinità strutturali ad una sinfonia: tante volte vengono usati allo stesso tempo quattro chitarre e due tastiere nonché altri elementi come noise, shaker o tamburini in sottofondo.