martedì 29 gennaio 2013

In uscita il 27 gennaio il secondo album di Walter Marocchi Mala Hierba



WALTER MAROCCHI MALAHIERBA
Presenta
Alisachni
Etichetta Working Bee
Distribuzione I.R.D.
Data di uscita: 27 gennaio

Vai al link per l’acquisto

Alisachni (dal greco αλισάχνη)
lo strato di sale che le onde del mare depositano nella cavità delle rocce.

Alisachni è il secondo album di Walter Marocchi Mala Hierba,  un progetto creato e diretto dal chitarrista e film editor Walter Marocchi.
Segue all’esordio Impollinazioni, pubblicato nel 2009 e  premiato al M.E.I. come miglior disco strumentale italiano.
Della loro musica si vocifera che sia in grado di offrire viaggi dalle sponde del Naviglio a quelle del Rio de la Plata con fermate in bagni turchi, scogliere sarde, grotte cubane, e fumosi jazz-club newyorchesi.
Ma al di là della geografia Mala Hierba è un esperimento all’insegna dell’originalità, della  libertà espressiva e della contaminazione.

Leggi qui altre info sul disco

lunedì 28 gennaio 2013

Dritto al cuore, il primo singolo di Marco Faè.








Young Records
Presenta:
  Marco Faè 
“DRITTO AL CUORE” 
 
Guarda il video

ascolta il brano in streaming

Guarda qui l’intervista a Marco Faè
 
Marco Faè nasce artisticamente da esperienze dirette, frequentando molti locali dove si esibisce come musicista e cantante. Dopo molti anni di esperienza in rock band, ispirato dai gruppi rock internazionali degli anni '70 e '80 tra i quali Led Zeppelin, Deep Purple, Bob Dylan, Bruce Springsteen e tantissimi altri, decide di proseguire la carriera da solista. Frequenta il CPM di Franco Mussida di Milano, categoria canto moderno, dove si diploma in Tecnica Vocale.
L’incontro con il  produttore artistico Joe Migliozzi che vanta collaborazioni con Umberto Iervolino, EMI, Michael Corkran , Simon Jay, Taleesa , Cristian Piccinelli (Omar Pedrini, Jo Squillo, Tiziano Ferro RMX e Biagio Antonacci RMX), Festivalbar 2001 con Mark Lopez con il brano "Guitar", lo porta a d interpretare  brani originali in lingua Italiana.  Primo singolo in uscita “Dritto al cuore”

Il Brano "Dritto al cuore" tratto da una storia vera dell’artista, è stato scritto, composto ed arrangiato da Joe Migliozzi.

giovedì 17 gennaio 2013

Cuts, l’album debutto del trio Merzbow, Pandi e Gustaffson.





Merzbow, Pandi e Gustafsson
un trio incredibile ed un nuovo disco Cuts,
Il suono del mistero non e’ mai stato cosi estremo come in Cuts, album di debutto di questo nuovo e potentissimo trio.

Merzbow, Pandi e Gustafsson
Cuts
Etichetta; Rare Noise Records
Distribuzione; Good Fellas
Data di uscita: 7 febbraio

Distribuzione digitale su tutti i canali digitali abituali via IODA (www.iodalliance.com)
Disponibile in vendita diretta (spedizioni da UK verso tutto il mondo) su www.rarenoisestore.com

Ascolta qui un brano tratto dall’album


L’eminente critico musicale Whitney Balliet descrisse il jazz come il “suono della sorpresa” - Usando un lo stesso metro di valutazione Cuts, collaborazione catartica e turbolenta fra l’artista noise per eccellenza, il giapponese Masami Akita (conosciuto come “Merzbow”), il batterista ungherese Balazs Pandi ed il sassofonista svedese Mats Gustafsson e’ il “suono per colpire e terrorizzare “ (The sound of Shock and Awe).
Cuts e’ un assalto sonico di proporzioni epiche, che convoglia la potenza del grind white noise di Merzbow il pulsare tuonante della batteria di Pandi ed un uso feroce e free di sassofono, clarinetto ed elettronica live da parte di Mats Gustafsson in un unicum che rieccheggia suggestion di Metal Machine Music di Lou Reed, a Interstellar Space di John Coltrane a composizioni dei Sonic Youth.
I cinque titoli evocativi di Cuts (ispirati dall’esibizione del 2007 dell’artista audiovisuale Leif Elggren “something like seeing in the dark” ) sono indicativi dell’atmosfera vorticosa che pervade il disco - “evil knives. lines” ricorda un vortice alla fine dei giorni che succhia via il cosmo, mentre “deep lines. cuts” potrebbe funzionare come colonna sonora di Prometheus di Ridley Scott. “the fear too. invisible” unisce rumore bianco e acri percussioni, mentre “like razor blades in the dark” vede Gustafsson lanciare fiammate multifoniche dal sassofono baritono a contrastare il pulsare poliritmico di Balazs Pandi. La registrazione si chiude con “like me. like you”, un manifesto per la musica di questo trio.

mercoledì 16 gennaio 2013

In uscita l'11 febbraio il primo disco de Le Bugie di Elisa





LE BUGIE DI ELISA

Presentano

“Le bugie di Elisa”

Etichetta; Seahorse Recordings
Distribuzione; Audioglobe
Data di uscita; 11 febbraio
Le bugie di elisa nascono nel 2008 nella solare città di Livorno. Perché bugie? forse perché sono loro a raccontarle o forse perché sono stanchi di ascoltarle dagli altri… È in uscita il loro primo disco omonimo che contiene 13 brani inediti ognuno dei quali contiene personaggi, fatti o sensazioni incontrate sulla strada della vita.

Attraverso ironia, rabbia, consapevolezza, romanticismo e filastrocche vi ritroverete immersi in suoni a volte ai limiti del prog, accompagnati da una voce prima piccola poi potente, volutamente ai limite dell'infantile in "Quattro settembre" per raccontare con occhi di bambini un evento terribile quale la violenza verso coloro che dovrebbero essere intoccabili; sensuale e giocosa nel singolo "Sconsideratamente" per disegnare con ironia donne ammaliatrici provocatrici di ferite. Ogni brano è un piccolo sentiero emotivo e sonoro che ti si apre davanti. Lo percorri insieme a quelle parole pervaso di stupore, le linee melodiche variano all'improvviso proponendo soluzioni e note inaspettate come "La commedia della morte".... ovvero un inesplorato passaggio che ti fa capire che il viaggio non è affatto finito, rimandandoti ad un nuovo indirizzo.

Tutti i  brani, ognuno col suo carattere, sono il risultato di un fine lavoro volto ad incastrare melodie-parole e suono…entrate nel cerchio e partecipate al girotondo…

Il disco è stato registrato e missato da Paolo Messere al Mornaito Studio di Sesto fiorentino (FI) tra febbraio e agosto 2012. ??LE BUGIE DI ELISA sono: Elisa Arcamone/voce - Raffaele Commone/batteria - Valerio Dentone/basso - Emmanuele Modestino/chitarra - Francesco Carmignani/violino

In arrivo il 14 gennaio il nuovo album degli RFC





RFC
Presentano
"Ritieniti Fortemente coinvolto"
 Etichetta La canzonetta
Dal 14 gennaio su digital stores

GUARDA QUI IL TEASER DELL’ALBUM

Ritieniti Fortemente Coinvolto è il nome del quarto album degli RFC.
Dopo due anni di attesa esce finalmente il nuovo album della band Ska core Casertana, un disco maturo e vario, caratterizzato dalle numerose influenze della band che mai come questa volta si percepiscono tra una canzone e l'altra.

Dopo 3 album all'attivo, 12 anni senza mai fermarsi con centinaia e centinaia di concerti in tutta Italia, gli RFC con il supporto della loro casa discografica, "La Canzonetta", decidono nel luglio 2012 di isolarsi in un piccolo casolare nella campagna molisana lontano da tutto e tutti, un rifugio isolato dalla vita di tutti i giorni, un modo per ricaricarsi e per concentrarsi totalmente sulla stesura di nuovi brani.
L' esperienza Molisana giova tantissimo alla band, che mai come in quel momento sentiva che in  quello che stava nascendo c'era un enorme grado di novità, una maturazione figlia  della grande esperienza acquisita nei loro 12 anni di carriera.

Dalla permanenza Molisana, nascono ben 12 canzoni, che tra l' Ottobre 2011 e  il Maggio 2012 vengono registrate alla "Casetta Studio" di Torre del Greco (NA) con il fondamentale supporto dei sui due tecnici (Kristian Maimone e Giovanni Santoro) che hanno seguito la band fin dai primi giorni, anche nell'esperienza Molisana.
Il Mix che nasce è impeccabile, un sound forte, travolgente, una spinta diretta verso l'alto, tutto possibile anche alle importanti featuring di Olly Riva (Voce della storica band Shandon/The Fire e Rezophonic), di Valerio Jovine (Voce degli JOVINE e 99Posse), dell'amica Chiara Della Rossa e del supporto di Paolo "Ryo" Di Ronza degli Shadong.


Leggi qui la biografia

giovedì 10 gennaio 2013

E' on line il primo videoclip degli "Ottovolante"




Ottovolante
presentano
Balliamo Anche In Soggiorno

tratto dall'album La Battaglia Delle Mille Lepri
etichetta Red Sound Records

Guarda qui il video



Balliamo anche in soggiorno è il primo videoclip dell'Ottovolante realizzato da Agostino Cinelli. Il brano, estratto dall'album "La battaglia delle mille lepri", nasce con l'intento di riprodurre l'atmosfera calda e giocosa di un salotto di casa pieno di amici. L'Ottovolante non ha bisogno di ricorrere all'uso di sostanze stupefacenti per impiegare il proprio tempo.


INTRODUZIONE ALL’ALBUM E ALLA BAND

Uscirà lunedì 21 Gennaio "La Battaglia delle Mille Lepri", esordio sulla lunga distanza del duo molisano l' Ottovolante, capitanato da Daniel Marino e Gianni Manariti. 13 tracce di rock italiano in bilico tra ironia e sperimentazione, con influenze che oscillano dal grunge al pop contrifugando folk, psichedelia ed elettronica. La band lo presenterà dal vivo in una serie di date in giro per l'Italia, il 26 Gennaio al Bobby's Live di San Giacomo degli Schiavoni (CB), l'8 Febbraio al Bollicine dell'Aquila, il 23 Febbraio al Diesis Pub di Caserta e il 6 Aprile al Contestaccio di Roma (calendario in costante aggiornamento). Produce la neonata e promettente etichetta Red Sound Records.

mercoledì 9 gennaio 2013

"Il mondo che verrà", l'EP dei Chuma Chums







Chuma Chums
Presentano
“Il mondo che verrà”
Etichetta Boogie Records



Ascoltalo e scaricalo

Il disco è disponibile per l'acquisto su iTunes e Cd baby




I Chuma Chums ritornano in scena con un EP che, come loro stessi dicono, “si distacca molto dal lavoro precedente. La sensazione che abbiamo, ascoltandolo, è di aver raggiunto una certa maturità. Il disco contiene dei messaggi, la speranza in un futuro migliore e la certezza che la spinta al cambiamento arriverà dal basso...”.

L’EP è stato registrato al No Shoes Studio di Dolo e finalizzato al Solo Studio di Vercelli (di Roberto Vernetti) con il prezioso aiuto di Cristian Milani.

Su Soundcloud è possibile ascoltare l’intero EP in maniera completamente gratuita - dichiarano i Chuma Chums. Questo perchè vogliamo dare a tutti la possibilità di ascoltarci, vogliamo che la nostra musica e i nostri messaggi arrivino al cuore di tutta la gente, bypassando le barriere che sempre più spesso il denaro impone. Per noi è più importante che la gente canti le nostre canzoni ai concerti piuttosto che vedere persone imbalsamate davanti al palco. Le emozioni che ci danno il pubblico e i nostri amici ai live sono la nostra ricompensa. Per lo stesso motivo, parte del nostro materiale è disponibile per il download gratuito.

La formula de “Il mondo che verrà” è la logica prosecuzione delle esperienze passate, con una marcia in più. E’ un viaggio sonoro in cui si spazia dal reggaeton, al reggae puro, al rock e al punk.


CHI SONO CHUMA CHUMS

Nati come gruppo di percussionisti che suonava per strada e ai rave, i Chuma Chums sono in otto e vivono quasi tutti sotto lo stesso tetto, in una sorta di comune (la casa dei matti, la chiamano), dove scrivono i pezzi dei loro dischi.
Nel 2009 vengono premiati da critica e pubblico per la miglior performance al Busker Festival di Ferrara.
Al loro attivo tre dischi (l’ultimo, Fest-On, del 2010), cui ora si aggiunge l’EP “Il mondo che verrà”.

venerdì 4 gennaio 2013

I "Sula Ventrebianco" presentano un nuovo album




SULA VENTREBIANCO
Presentano
 Via la faccia
Etichetta; Ikebana records
Distribuzione; Venus
data di uscita; 15 gennaio





GUARDA IL BACKSTAGE VIDEO DI “RUN UP”





"Giochi di specchi: l'immagine riflessa non é mia: é vostra. Non vorrei che ciò accadesse, ma sono autolesionista ed é dall'abisso del disagio che risalgo con urla di coraggio. Solo allora le vostre sagome si uniscono ed io mi riconosco".

"Via la faccia", il nuovo lavoro dei Sula Ventrebianco, é un inno a spogliarvi da qualsiasi imposizione, attraverso 11 brani che flluttuano su sonorità pesantemente distorte (Scheletro, Oca mia), galleggiando tra ariose ballate riverberate (Erosa, 32 denti), e sponde metriche volutamente nervose (La peste), atterrando su melodie graffiate (Via la faccia, Run Up). Dopo l'autoproduzione dell'album "Cosa?!", i Sula Ventrebianco partoriscono una sequenza di brani ricchi di sfumature sonore, che toccano differenti stili musicali, senza mai incanalarsi in un genere preciso.

Un album che ha nella batteria, nel basso e nelle chitarre il suo punto focale, e che tramite l'introduzione del pianoforte e del sintetizzatore assume un sapore piú ricco, riempito ed addolcito dalla presenza degli archi, che da sempre accompagnano i Sula Ventrebianco nella loro ricerca musicale. Testi introspettivi, riflessivi ed arrabbiati sono supportati da linee melodiche profonde e da cori stereofonici, che ampiano la percezione sonora, generando un'atmosfera libera ed ariosa.

Il disco è stato registrato al Massive Arts Studios di Milano.


Uscirà il 7 gennaio il nuovo album di Valentina Gravili







VALENTINA GRAVILI
Presenta
"ARRIVIAMO TARDI OVUNQUE"

Data di uscita;  7 GENNAIO 2013
Etichetta; CARBON COOK RECORDS
In vendita nei principali store digitali

GUARDA IL TRAILER

ASCOLTA IN ANTEPRIMA

QUI LA COVER E I TESTI DEL DISCO



Dopo il Premio Mei per la miglior autoproduzione 2011, Valentina Gravili torna con un nuovo album, edito da Carbon cook records , intitolato"Arriviamo tardi ovunque" .

Una sorpresa dell'artista, che non ama ripetersi e che insieme al fondamentale produttore artistico Max Baldassarre ha dato vita ad un lavoro personalissimo, tanto da rendere difficile qualunque definizione di genere.

I  nove brani, composti dall'autrice in parte con l'uso dell'autoharp, si muovono su territori che si discostano dal pop dell'album precedente per dar vita ad un sound decisamente più ruvido, con chitarre acustiche sanguigne e graffianti, atmosfere cupe, percussioni in primo piano e una voce che ti lacera e ti entra sotto la pelle. Testi amari, autentici, crudi, senza fronzoli o parole di troppo. Una scrittura matura e consapevole, che non ha bisogno di filtri.

Uno schiaffo che fa male ma che ti rimette al mondo.

"In alto i cuori", il nuovo album di Massimo Bubola







A quattro anni di distanza dal suo ultimo disco (Ballate di Terra & d'Acqua)

L’autore di canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana,

ritorna in scena con un album di “instant songs” toccanti.

11 brani che ritraggono con partecipazione e lucidità emotiva  

l’Italia dei nostri tempi…

 Tra queste un brano su uno straziante fatto di cronaca del 2012


MASSIMO BUBOLApresenta
In alto i Cuori


DA OGGI ON LINE SU IL CORRIERE.IT
IL VIDEO DI “HANNO SPARATO A UN ANGELO” 


Dal poeta e musicista veronese, tra i più importanti scrittori di canzoni del nostro paese, il suo ventesimo album prosegue un percorso unico nel nostro paese, quello legato alla letteratura e alla musica rock & folk e alla cronaca poetica dei tempi, percorso iniziato nel 1976 con l’LP Nastro Giallo e che ha regalato alla musica italiana grandi successi da Volta la Carta* a Il Cielo di’Irlanda, da Marabel a Fiume Sand Creek*, da Niente passa invano a Camicie Rosse, da Doppio Lungo Addio a Don Raffaè*. 

In alto i cuori che si può definire come una serie di instant songs, è un album che si caratterizza per una forte tensione morale e civile nelle liriche e nelle sonorità delle canzoni. In alto i cuori prende infatti spunto da episodi realmente accaduti nel nostro paese in tempi recenti. 

Tra i brani da segnalare una ballata emozionante come Hanno sparato a un angelo che si ispira ad un episodio realmente accaduto a Roma il 4 gennaio 2012 quando due rapinatori spararono e uccisero sotto il portone di casa Zhou Zeng, 32 anni, e la figlioletta di nove mesi Joy.