giovedì 28 febbraio 2013

Ecco l’album di debutto dei Loveless Whizzkid



LOVELESS WHIZZKID
Presenta
We were only trying to sleep
Etichetta; Seahorse Recordings
Distribuzione: Audioglobe/Ioda


Esce per Seahorse Recordings “We were only trying to sleep”, album di debutto dei catanesi Loveless Whizzkid. Il trio di ventenni, con una formazione cristallizzata già da quando i tre erano abbondantemente minorenni, ha nel tempo inglobato nella sua matrice distorta e rumorosa cospicue sorsate di psichedelia allucinata, arrivando ad un impasto di energie instabili che trova il suo sfogo più autentico in live di forte impatto.
Registrato e mixato dalle sapienti mani ed orecchie di Sacha Bilotta (tra l’altro batterista dei Three Second Kiss) ed impreziosito dal mastering di Bob Weston (bassista degli Shellac, ha lavorato con gente del calibro di Steve Albini, con cui ha lavorato per In Utero dei Nirvana), “We were only trying to sleep” punta a rievocare su disco le sensazioni e le dinamiche del palco, e forse ancor di più quelle del garage sotto casa. Realizzato in cinque intensi giorni, e soprattutto notti di corde rotte e timpani fumanti, rigorosamente suonato e non costruito, il disco nasce sulle pendici dell’Etna in un piovoso inizio di primavera, lontano dalla città e circondato da gatti e falene, ed alterna dolci rasoiate distorte alla grande tensione dei momenti più tranquilli, percorso da melodie vocali sbilenche ma attente.  
Nove tracce, quasi cinquanta minuti di musica, in “We were only trying to sleep” in cui i Loveless Whizzkid fissano il primo punto di un percorso in continua evoluzione. Ed il risultato è un viaggio in cui i rigurgiti adolescenziali si intrecciano con una fitta trama di inestricabili visioni oniriche ed incubi appassionanti, in una pasta di suoni rumorosi e sinceri, a tratti anche eterei e dilatati. Tutte cose viste in sogno, forse. Ma qui si stava soltanto provando a dormire.


Non volo (canzoni), il progetto discografico di Lello Petrarca



ULTRA-SOUND RECORDS
presenta:

LELLO PETRARCA
NON VOLO (CANZONI)
Distribuzione IRD

Ascolta qui il brano
guarda qui il video

Il progetto discografico "NON VOLO (CANZONI)" nasce nel 2011 da un'idea di Lello Petrarca.L'esperienza musicale, accumulata nel corso degli anni dietro numerosissime collaborazioni con artisti provenienti da settori stilistici musicali diversi,ha portato Lello Petrarca alla realizzazione di un lavoro discografico in cui il passaggio da uno stile all'altro(pop, rock, jazz) gia' nella composizione dei brani è stato istintivo e nello stesso tempo voluto dalla curiosita' di sperimentare negli arrangiamenti le diverse sonorita' emesse dagli strumenti acustici ed elettrici.I brani,nati in un primo momento come idee strumentali,sono stati ancor piu' caratterizzati dalla magistrale penna di Salvatore Viggiano,autore dei testi,e dalle personalissime interpretazioni di Linda Coppola e di Asa(Agnese Vetrella).La versatilita' stilistica e l'improvvisazione derivante dal jazz usata nei brani pop costituiscono gli elementi fondamentali di questo disco che,nel suo ascolto scorrevole, cerca di divulgare una sorta di piccolo enciclopedismo musicale.
LEGGI QUI LA BIO DELL’ARTISTA



mercoledì 20 febbraio 2013

In uscita il terzo disco di Giuliano Clerico



GIULIANO CLERICO
Presenta
“LA DIVA DEL CINEMINO”
Autoproduzione
Distribuzione; Zimbalam
Data di uscita 5 marzo

Ascolta qui alcuni brani tratti dall’album



LA DIVA DEL CINEMINO RACCONTATO DA GIULIANO CLERICO

E’ il terzo disco autoprodotto di Giuliano Clerico,dieci canzoni scritte per strada mentre portavo in giro il mio secondo disco autoprodotto”IL COSTRUTTORE DI MECCANICHE SOGNANTI” tra il 2010 ed il 2011, tra pensioni,alberghi,bettole,autostrade,autogrill ed i palchi dei club che hanno accolto la nostra musica. E’ anche il concentrato delle cose che si ascolta in macchina durante ore di viaggio da una città all’altra,o delle cose che si ascoltano nei locali dove si suona prima che arriva il momento di salire sul palco per suonare.
La prima parte ,gli strumenti, sono stati registrati al BLUEFACTORY di Bucchianico(Ch), dall’ottobre 2011 al giugno 2012. In questo arco di tempo ho avuto occasione di conoscere Sergio Pomante del NOISELAB di Giulianova(Te) che mi ha fatto ascoltare alcuni lavori che ha realizzato nel suo studio tra i quali l’album “TUCO” dei SANTONADA di Umberto Palazzo ed il progetto sperimentale STRING THEORY dello stesso Sergio Pomante che tra l’altro suona il sax alto in due brani del mio nuovo disco. Estasiato dalla qualità delle sue produzioni ed impressionato dal sound del suo progetto sperimentale ho deciso di fare le voci, i fiati,il missaggio ed il mastering al NOISELAB.  Niente da dire sull’operato del BLUEFACTORY, ma per le voci ed i fiati preferisco i microfoni che scelgono al NOISELAB per le riprese audio.
Ogni volta che si fa un disco,per quel che ne so, si tende a fare diversamente e meglio delle volte precedenti. In questo disco ho aggiunto una sezione di fiati in un brano,un riff di sax in un altro,un riff di tromba in un altro ancora e in diversi brani,oltre alle chitarre e all’armonica,ho suonato dei riff di piano elettrico,mellotron,sinth,caxixi e kazoo, sempre seguendo il mio gusto.
I musicisti che mi hanno accompagnato in studio sono Claudio Bollini (batteria),Luca Marinacci(basso) Alex Secone (pianoforte e synth. nel brano “IL PRODOTTO”), Sergio Pomante(saxalto), Alessandro Di Bonaventura (tromba), Francesco Di Giulio(Trombone),Loris Ricci(piano nel brano “CONCUBINA” e organo nei brani”ALLA BONNIE E CLYDE” e “STABILE44”).

BIOGRAFIA _ leggi qui

DICONO DI LUI _ leggi qui

venerdì 15 febbraio 2013

E’ uscito il secondo video de Le Pistole alla Tempia



LE PISTOLE ALLA TEMPIA
Presentano
“Sylvia”
Secondo singolo tratto dall’album "La Guerra Degli Elefanti"

Guarda qui il video


Secondo singolo del secondo album de Le Pistole Alla Tempia: "La Guerra Degli Elefanti". Prodotto artisticamente da Max Carinelli (I Cosi, Pan del Diavolo, Ettore Giuradei) e mixato e masterizzato da Manuele "Max Stirner" Fusaroli (Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Le Luci Della Centrale Elettrica ecc...) per Lactobacillus records/Infecta suoni & affini, uscito il 30 novembre 2012.

Sylvia:oggi molti parlano di Berlino come la città in cui vivere per sentirsi veramente ispirati. Qualche anno fa dicevamo lo stesso di Londra.
Racchiudeva tutto ciò che un giovane musicista potesse desiderare.
Sylvia è la storia di un amore lontano, finito da tempo, che ha danzato nel traffico mai stanco, tra le vie nascoste di una città che non dorme, fino alle luci della ruota panoramica, sulle labbra di due giovani che del tempo che passa non sapevano ancora niente. Eravamo
noi. Eravamo a Londra. E adesso fa male guardare indietro e riconoscere qualcosa che non c'è più, finito male, per sempre. Aver rotto quel che eravamo e lasciato indietro quel pezzo di noi che riusciva a star bene, lì dove oggi di me non resta niente e di te non so dire; ti ho lasciata da sola nella gabbia dei ricordi, dove so che hai sofferto per me.
La canzone è dedicata a Sylvia Plath, poetessa americana morta suicida a Londra nel 1963, anche se non parla di lei, né della sua vita o delle sue opere. Si tratta di un omaggio ad una persona illuminata che ha sofferto nella vita e che ha smesso, forse, di farlo lì, dove inizia il suono di questa canzone.

giovedì 14 febbraio 2013

The Rock'N'Roll Kamikazes presentano il video di All Kinds of People



THE ROCK’N’ROLL KAMIKAZES
Presentano
ALL KINDS OF PEOPLE
Etichetta Go Down
Distribuzione Audioglobe
Data di uscita  4 marzo

GUARDA QUI IL VIDEO


LEGGI QUI IL COMUNICATO STAMPA DEL DISCO
LE CANZONI RACCONTATE DALLA BAND
…E SU QUESTA PAGINA PUOI DIRETTAMENTE ACQUISTARE IL CD


mercoledì 13 febbraio 2013

A breve disponibile on line il nuovo singolo dei Jolebalalla.


E’ reggae
ed è firmato dalla band umbra JOLEBALALLA
l’inno di M’illumino di Meno 2013
la giornata dedicata al risparmio energetico

per ascoltare e scaricare il brano
per saperne di più su “M’illumino di meno”

guarda qui il video

il singolo sarà disponibile su Itunes ed altri digital stores a breve su etichetta ONE STEP RECORDS (in collaborazione con MANINALTO!)
La band umbra Jolebalalla firma l’Inno di M’illumino di Meno, la giornata dedicata al risparmio energetico che si terrà il 15 Febbraio, promossa dal programma di Radio 2, “Caterpillar”.
Il brano dal titolo “M’illumino di meno”, scelto fra moltissime altre hit in gara, è fresco, accattivante, e, come ci si poteva aspettare dalla Jolebalalla,  in perfetto stile Reggae roots caraibico. Il tema è quanto mai attuale: l’importanza della salvaguardia dell’ambiente e della drastica riduzione degli sprechi energetici. Il pubblico ha decretato la loro vittoria con una votazione on line; è stato infatti scelto Facebook quale mezzo per promuovere l’iniziativa e permettere al pubblico di ascoltare i brani dei finalisti ,ed eleggere, a suon di “Mi piace”, il vincitore.
La Jolebalalla ha già un lungo passato creativo alle spalle, che li ha visti suonare su palchi molto importanti nella scena Reggae e non, come Rototom Sunsplash, ed ha ormai all’attivo ben 3 album. L’ultimo, “Themocracy” , è caratterizzato dalla stessa cifra stilistica dell’Inno vincente: note gradevoli, testi intelligenti ed eleganti, tematiche politiche e sociali affrontate con profondità e consapevolezza.
Ancora una volta la Jolebalalla ci dimostra che chi pensa al reggae come un genere adatto solo a spiagge e cocktails estivi, si sbaglia! Roots significa radici, lo stile della Jolebalalla si rifà alle origini del genere i cui portavoce avevano una forte connotazione di impegno politico e sociale.
Quindi, invitando chi non lo avesse già fatto ad informarsi sulla Campagna di M’illumino di Meno e sulle iniziative ad essa connesse, concludiamo con un ulteriore,  meritatissimo, ed affettuoso “Mi piace”, per la Jolebalalla.
LEGGI QUI LA BIOGRAFIA DELLA BAND

Ecco il primo videoclip dei Killersound, Rufio.



KILLER SOUND
Presentano
“Rufio”


Guarda qui il video


“Rufio” è il singolo scelto dai Killer Sound per lanciare il loro primissimo videoclip. L'idea era quella di fare qualcosa di creativo, che uscisse dai soliti schemi, che incuriosisse e  che si prestasse al ritmo ed al significato della canzone.

Il gruppo ha quindi scelto di girare l'intero video in analogico, utilizzando una macchina fotografica chiamata lomokino ed affidandosi ad un regista esperto del settore, quale Mattia Piazzano.

Il brano parla di Rufio, un gatto randagio che vive nel cortile del chitarrista della band.
Il pezzo è quindi dedicato alla spensieratezza ed al senso di libertà che può provare un gatto come Rufio nel vivere la sua vita in mezzo alla strada, senza cibo in scatola "sempre pronto" o padroni a cui dover obbedire; ed è quello che ha cercato di trasmettere la band durante le riprese: la "bellezza del randagio" celebrata con momenti di puro divertimento, libertà ed assurdi travestimenti tra le colonne di San Lorenzo a Milano.

BIOGRAFIA

I KILLER SOUND nascono nel 2007 e il genere musicale che inizialmente propongono è quello del classico punk rock anni '90 cantato in inglese.
Nel 2008 la band registra una demo di 10 pezzi dal titolo "Take it, love it...fuck it", grazie alla quale comincia a fare diverse serate nei locali ed a farsi conoscere nella zona di Milano.
           
A metà 2010 il bassista della band realizza il progetto "Rock Against $ilvio", che coinvolge oltre 50 band da tutta Italia unite dal disgusto per la politica italiana, concretizzato poi nell’ omonimo festival che vede oltre 20 band partecipanti e diverse altre iniziative per sensibilizzare il pubblico attraverso la musica.

A fine 2010 I Killer Sound stampano il primo album ufficiale "Bored kids are back in town" composto da 14 brani tra cui anche la cover della sigla del celebre telefilm americano "Baywatch". Il disco riceve ottime recensioni e comincia da qui un'intensa attività live di promozione del disco, che porterà la band ad esibirsi in diversi locali italiani ed anche in due locali a Berlino.
Dopo una cambio di line up alla batteria ed uno spostamento di sound verso un alternative rock americano, la band è ora pronta per lanciare il suo primissimo singolo “Rufio”, corredato da un video tutto in analogico, brano che anticiperà il secondo full length la cui uscita è prevista per la prima metà del 2013.

venerdì 8 febbraio 2013

In uscita il 5 marzo il nuovo lavoro dei Suez, Illusion of Growth



Suez
Illusion Of Growth
Etichetta Seahorse Recordings
Distribuzione Audioglobe
Data di uscita 5 marzo

ASCOLTA UN BRANO DEL NUOVO DISCO QUI

A distanza di 3 anni dal full-length "Many people don't realize", i SUEZ tornano con un loro nuovo lavoro in studio; "Illusion of growth".
Il disco, frutto della collaborazione con la label capitanata da Paolo Messere, Seahorse Recordings e distribuito da Audioglobe, cerca di esplorare nuovi terreni fino ad oggi sconosciuti alla band, senza snaturarne il caratteristico sound: melodie dissonanti si fondono con sonorità inquiete e ritmiche ossessive, dando vita a nove brani di rara intensità emotiva e stilistica. I testi in inglese raccontano ciò che siamo oggi, "ragazzi costretti a piangere", una "meta per nessuno", figli di quella che i SUEZ chiamano "Illusione della crescita", da cui deriva il titolo a questo stesso album.
Alla realizzazione dell'album, mixato e masterizzato da Andrea Scardovi presso il Duna Studio (RA), hanno contribuito la violinista Elisa Semprini, il pianista Alex Grilli, il polistrumentista Chris Yan e la band Stratten, Nicola Bagnoli e Alessandra Reggiani.

LINE UP
Gg Battaglia - synth/voice
Ivan Braghittoni - guitars/synth/voice
Manuel Valeriani - bass/voices
Marcello Nori - drums/voice

GUESTS
Nicola Bagnoli (arrangiamento)
Chris Yan (chitarre)
Elisa Semprini (violini)
Alex Grilli (pianoforte)


mercoledì 6 febbraio 2013

In uscita a marzo il primo album dei Norticanta.



NORTICANTA
TRA L'INCUDINE E L'AURORA BOREALE

Etichetta Seahorse Recordings
Distribuzione Audioglobe
Data di uscita 12 marzo


Per ascoltare i brani in streaming:


NORTICANTA SUL DISCO
Tra l’incudine e l’aurora boreale ci siamo noi: l’incudine infatti rappresenta qualcosa di duro, compatto e freddo, mentre l’aurora boreale è esattamente agli antipodi, molti colori, leggerezza e spaziosità. Sono due concetti che racchiudono i nostri brani; credo fortemente che le canzoni siano come delle persone, hanno emozioni e sbalzi d’umore. Non siamo capaci di fare un album monotematico e piatto, il cambiamento anche repentino tra una sensazione e l’altra è quello che ci piace esprimere.

NORTICANTA; INTRODUZIONE ALLA BAND
Norticanta nasce ovunque e in qualsiasi epoca, ma trova il suo habitat ideale a Trento e una certa stabilità dal 2009, fino a giungere alla sua naturale espressione nel 2010, quando ogni tassello viene messo al posto giusto.
Dopo due EP (2007 e 2011), l'incontro con Paolo Messere e la Seahorse Recordings permette la realizzazione del primo album Tra l'incudine e l'aurora boreale la cui uscita è prevista a marzo 2013 (distribuzione Audioglobe).

Norticanta è un gruppo rock nel senso meno convenzionale e inflazionato del termine. Vede le parole, le colora di musica, a volte le sbiadisce di malinconia, ma le sbatte, le percuote per sollevarle ben al di sopra della polvere. I live sono un intreccio di musica, finzione scenica e scenica verità.